Fumare Cannabis aumenta il numero di spermatozoi

Fumare Cannabis Uno studio della dottoressa Feiby Nassan rivoluziona l’idea della cannabis sugli effetti sulla fertilità.

Nonostante i risultati sorprendenti, i ricercatori dicono che i risultati “devono essere interpretati con cautela“.

Secondo una nuova ricerca, gli uomini che ad certo punto della loro vita hanno fumato cannabis, hanno un numero di spermatozoi “significativamente più alto” di quelli che non hanno mai usato il farmaco.

Gli scienziati hanno scoperto che non vi era alcuna differenza significativa nelle concentrazioni di spermatozoi tra fumatori attuali ed ex.

Il dott. Jorge Chavarro ha detto che i risultati sono stati inaspettati, ed evidenziano quanto poco si sa “sugli effetti sulla salute riproduttiva della marijuana e, in effetti, sugli effetti sulla salute della marijuana in generale”.

Tuttavia, il professore associato di nutrizione ed epidemiologia presso la Harvard Chan School of Public Health a Boston, ha anche avvertito che i risultati “devono essere interpretati con cautela“.

Feiby Nassan, l’autore principale dello studio, ha detto che i risultati sono contrari a quanto ipotizzato dal team.

La cannabis è stata legalizzata in diversi stati degli Stati Uniti, tra la crescente percezione che il farmaco presenti pochi rischi per la salute.

I ricercatori si aspettavano che fumare la cannabis sarebbe stato associato ad una peggiore qualità dello sperma, poiché gli studi storici avevano suggerito che il farmaco avesse effetti negativi sulla salute riproduttiva.

cannabis

Molti degli studi precedenti si erano concentrati su modelli animali o avevano esaminato uomini con storie di abuso di droghe.

Nella nuova ricerca sono stati raccolti 1.143 campioni di sperma da 662 uomini tra il 2000 e il 2017.

In media, gli uomini avevano 36 anni, tra i partecipanti, il 55% ha riferito di aver fumato marijuana da un certo momento della loro vita.

Si aspettavano che la cannabis potesse avere un effetto dannoso sul numero di spermatozoi e sulla fertilità.

Invece, i partecipanti che hanno ammesso di aver assunto il farmaco hanno dato come risultato un numero maggiore di spermatozoi rispetto ai non utilizzatori.

Solo il 5% dei consumatori di cannabis aveva un numero spermatozoi inferiore a 15 milioni / ml.

La soglia dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per livelli “normali”, rispetto al 12% degli uomini che non avevano mai fumato cannabis.

Ci potrebbe essere una spiegazione non causale per l’associazione, come l’effetto del testosterone, sia sul numero di spermatozoi che sui comportamenti a rischio, come fumare cannabis.

La scoperta non significa necessariamente che fumare cannabis aumenti le probabilità di paternità, gli autori dello studio e altri esperti sono stati pronti a sottolineare.

altre fonti: Bloomberg

altre fonti: SkyNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

thc

THC, origini ed utilizzi

THC, storia ed utilizzi Il THC o più corretto delta-9-tetraidrocannabinolo (delta-9-THC o tetraidrocannabinolo) è il più noto principio attivo della Cannabis tra i 113 cannabinoidi

Leggi Tutto »
Cilum

Cilum – Le origini

Cilum – origini, legenda e tradizioni Il Cilum, chiamato anche Chilum, Cylom, Cyloom, Chillum, Chillom o Chiloom è una antenato della pipa moderna, a differenza

Leggi Tutto »