3 Comments

  1. Michele
    Michele

    Quindi, se ho capito bene, la commercializzazione è possibile solo nel caso in cui la canapa provenga dall’Italia e sia di provenienza certificata?
    E se io possedessi della canapa proveniente dalla Svizzera, quali documenti dovrei avere per poter effettivamente dimostrare che la canapa in questione è certificata e proviene da sementi europee? E poi non è molto chiaro il motivo per cui è stata sequestrata al rivenditore di Vieste, in quanto la percentuale di THC trovata è comunque inferiore alle 0.6%, il che la dovrebbe rendere lecita alla vendita, considerando anche che il proprietario possiede tutti i documenti necessari alla vendita.

    04/04/2018 at 12:50 Reply
    1. Ganja Powa
      Ganja Powa (Listing owner)

      A quanto pare la percentuale di THC trovata nella Cannabis sequestrata era si inferiore a 0.6%(limite di legge per il coltivatore) ossia il minimo per il coltivatore. ma superiore a 0.2%…. affinché la Cannabis possa essere venduta liberamente al pubblico, deve contenere una soglia di THC inferire allo 0,2%

      04/04/2018 at 14:17 Reply
      1. Jeffz
        Jeffz

        Certo, peccato che se la coltivano con 0.6 di THC, come fanno poi i commercianti a venderla con lo 0.2% ? Mica si può diminuire dopo…
        Le solite leggi italiane fatte da chi con probabilità ne aveva fumata una con concentrazione 10%….

        04/27/2018 at 19:02 Reply

Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. MAggiorni informazioni sulla nostra informativa sulla privacy

Chiudi