Home » News » Cannabis » Microsoft entra nel mercato della Cannabis

Microsoft entra nel mercato della Cannabis

Microsoft ha firmato un accordo con Kind Financial. Quest’ultima, è una startup originaria di Los Angeles la quale ha sviluppato Agrisoft: un programma il quale digitalizza – dalla produzione alla vendita – il mercato, ovviamente legale, della cannabis.

All’interno della stessa Kind Financial ci sarà una squadra gestita proprio dalla Microsoft stessa, la quale squadra aiuterà la startup fornendole assistenza legale e la assisterà anche nel combattere il mercato nero.

Infine questo accordo punta ad aiutare anche i governi locali, fornendo un aiuto che li assista a tracciare una pianta sui terreni coltivati e sulla distribuzione della vendita al dettaglio, ecc.

Per contestualizzare meglio la situazione, bisogna dire che attualmente cinque Stati degli USA hanno legalizzato il consumo della sostanza sia a fine ricreativo che per vari trattamenti medici.

Invece son 23 gli Stati che solo in ambito sanitario promuovono l’utilizzo della cannabis.

Florida, Ohio, California e altri due grandi Stati a novembre andranno a votare per estendere la legalizzazione anche per fini ricreativi. Il mercato legale della cannabis ha toccato più di 5 miliardi di dollari l’anno scorso e le previsioni indicano un aumento che forse toccherà quasi i 7 miliardi di dollari entro il 2016.

Inoltre è intorno al 60 % la popolazione degli USA favorevole alla così detta “legalizzazione” della cannabis, negli under 34 la percentuale sale a 71 % (fonte: istituto di ricerca Gallup).

Queste sono alcune delle dichiarazioni rilasciate dal portavoce Kimberly Nelson: «Microsoft supporta i governi e le istituzioni come il dipartimento di Giustizia, che intendono tenere sotto controllo il consumo legale di sostanze, dal tabacco alla cannabis» e concludendo:  «Con la regolamentazione dell’industria, ci saranno più transazioni. Nel settore ci sarà una significativa crescita».

Microsoft è dunque la pMicrosoftrima multinazionale a fare ingresso nel mercato della marijuana. Va anche ricordato che la stessa sostanza non è legale nella maggioranza dei paesi americani. Quindi per i vari “problemucci” legali che potranno nascere tra la stessa e i tanti governi locali, l’accordo potrebbe rivelarsi molto rischioso perlomeno per l’immagine della Microsoft stessa. Quindi grande atto di coraggio e di sicurezza da parte della stessa società.

In pratica, però, va specificato che Kind Financial usava già i servizi cloud della Microsoft stessa per lo sviluppo del programma che monitorasse la cannabis legale.

E dunque, questa, è solo un’entrata ufficiale della società nel mercato legale della cannabis. Passo questo molto rischioso ed importante, che potrebbe segnare la svolta nella legalizzazione sia a livello USA che mondiale (dato anche il fatto che la Microsoft ha la sua sede a Washington, dove peraltro la cannabis è già legale).

fonte: http://www.ultimavoce.it/microsoft-investe-nella-cannabis/

Facebook Comments
Microsoft entra nel mercato della Cannabis
Rate this post

Sendi Seeds

About Ganja Powa

Pagina Facebook e Attivisti! Legalize da Powa!

Guarda anche

Canapone Italia

Il ‘Canapone’ arriva anche in Italia!

Il Canapone: La cannabis a basso contenuto di THC arriva in Italia! Contiene quantità irrisorie di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. MAggiorni informazioni sulla nostra informativa sulla privacy

Chiudi